Cerca nel blog

sabato 21 ottobre 2017

Essere, Credere, Vivere : B.Live

Tre verbi all'infinito, Essere, Credere, Vivere, sono il motto dei giovani rappresentanti di B.Live, progetti speciali per storie speciali.
Ognuno di loro ha dovuto o  deve affrontare un percorso di vita  alquanto tortuoso, a causa di patologie croniche ed invalidanti, lo scopo del progetto è quello di trasformare tutto ciò in un'opportunità, condividendo con chi vorrà seguirli la gioia  di vivere.
Ognuno di loro vuol essere considerato in quanto persona e non per la sua malattia , " Io sono io, la malattia è la malattia", quindi niente pietismi.
Il progetto è appoggiato da Fondazione Near Onlus di Bill Nadia, ciò ha consentito la realizzazione di una webapp, un orto sociale a Villa Greppi a Casatenovo con la scuola agraria di Monticello Brianza.
E poi hanno confezionato abiti per il Brand Week  End di Max Mara, collezioni di bio cosmesi, gioielli a  forma di bullone , borse con coccinelle, e tanto altro ancora.
Da alcuni anni hanno fondato un giornale il Bullone, e hanno scritto un libro "la Compagnia del bullone "(Sperling e Kupfer) in cui i ragazzi raccontano la loro storia, la storia di chi pensava di aver perso tutto, di chi si impegna per gli altri ed è la sua ragione di vita.
I B.Livers sono ragazzi che hanno tante idee da realizzare, hanno scelto il bullone come simbolo , perchè è un elemento che serve a tenere insieme, a tenere uniti.
Essere, Credere, Vivere,  tre verbi all'infinito, significano molto di più !

Risultati immagini per b.live


lunedì 24 luglio 2017

Mondiali Atletica Paralimpica : un medagliere da sogno

Ieri è stata l'ultima giornata dei Mondiali di Atletica Paralimpica,che si sono svolti a Londra.
Una giornata fantastica con due ori e un argento, che aggiunti ai precedenti portano il medagliere italiano a quota dieci.
In un'atmosfera emozionante, anche se la copertura Rai è stata non completa, i nostri atleti hanno affrontato le gare per cui si erano preparati per lungo tempo, mostrando tutto il loro impegno, il loro entusiasmo, e arrivando alla coronazione  del sogno tanto agognato, il podio.
E chi non è riuscito a raggiungerlo si è comunque piazzato ottimamente.
Quattro ori, quattro argenti e due bronzi.

risultati atletica paralimpica
Due  medaglie d'oro per Martina Caironi nei 100 categoria T42, nel salto in lungo categoria T42, con la misura di 4,72.
Oro per Ajola Dedaj coadiuvata da Vanessa Palombini, nel salto in lungo categoria T11 con la misura di 4,65.
Oro per Assunta Legnante nel getto del peso, categoria F11.

Argento per Simone Manigrasso nei 400 categoria T44.
Argento per Federica Maspero nei 400, categoria T43/44.
Argento per Monica Contrafatto nei 100 categoria T42.
Argento nella staffetta 4x 100 per Emanuele Di Marino, Simone Manigrasso,Riccardo Bagaini, Andrea Lanfri, medaglia dedicata a Roberto La Barbera che a causa di un infortunio alla spalla sinistra non ha potuto partecipare alla finale.

Medaglia di bronzo per Emanuele Di Marino nei 400 categoria  T44.
Bronzo per Giuseppe Campoccio nel peso,categoria F33.

Record italiano per Andrea Lanfri nei 200 categoria T43 col tempo di 22,51 e quinto posto mondiale.
Record italiano per la staffetta 4x100 col tempo di 43,32.
Primato italiano per Simone Manigrasso nei 200 T44 col tempo di 23,66.
Alvise De Vidi è sesto nella finale 100 T51.
I telecronisti sono stati Claudio Arrigoni e Luca Di Bella, due professionisti speciali, a cui va il nostro ringraziamento per il lavoro svolto in modo alquanto egregio.
Un applauso a tutti per averci fatto vivere questa magnifica avventura, colma di emozioni !
Appuntamento al prossimo evento.





mercoledì 5 luglio 2017

La coppia dei sogni : Arjola Dedaj ed Emanuele Di Marino

Il 14 luglio inizieranno i Campionati Mondiali Paralimpici Londra 2017, la nostra squadra sarà presente con 12 atleti, 5 donne e 7 uomini.
Ci saranno anche Arjola Dedaj ed Emanuele Di Marino, la coppia dei sogni, che non solo condivide la passione per l'atletica, ma anche la vita in comune, sono infatti una coppia a tutti gli effetti.
Sorridenti, innamorati, complici.
arjola ed emanuele

La loro è una storia comune a molti altri atleti paralimpici, i cui ingredienti fondamentali sono tanto lavoro, sudore, accompagnati da una dose infinita di entusiasmo, per arrivare al podio o comunque realizzare un buon punteggio.
Arjola è nata in Albania, da piccola le viene diagnosticata una retinite pigmentosa, che gradualmente ed  inesorabilmente la priva della vista.
Inizialmente pratica danza e baseball, anche perchè nella sua patria non è possibile l'accesso allo sport da parte di persone disabili.
 A 17 anni arriva in Italia, si innamora dell'atletica e nel 2014 ai Campionati Europei che si svolgono a  Swansea vince ben tre medaglie, due argenti nel salto in lungo e nei 200 metri, un bronzo nei 100 metri.
Appartiene alla società Fiamme azzurre, a Londra gareggerà nel salto in lungo, categoria T11.
Emanuele è nato a Salerno, ha il piede torto (terzo grado) con malformazione ossea.
A Swansea è arrivato terzo,conquistando il bronzo nei 400 metri.
Appartiene anche lui alla società Fiamme Azzurre, a Londra gareggerà nei 200 e 400 metri T44, e nella staffetta 4 x 100 T42-47.
Si sono conosciuti  nel 2013 ai Campionati italiani di Ancona, Emanuele ha offerto ad Arjola un pezzetto di cioccolato ed hanno iniziato a parlare.
Si sono poi incontrati ad altri eventi e a Milano si sono dati il primo bacio.
Insieme hanno realizzato il progetto "La coppia dei sogni" per divulgare lo sport paralimpico e i suoi valori.
In bocca al lupo !

Campionati mondiali paralimpici Londra 2017

 Inizia il conto alla rovescia, il 14 luglio si svolgeranno a Londra i Campionati mondiali paralimpici, che finiranno il 23 luglio.
Il team italiano è composto da 12 atleti, 5 donne e 7 uomini.
Rai Sport sarà la rete ammiraglia, Luca Di Bella e Claudio Arrigoni le voci narranti.
Cinque donne agguerrite proveranno a salire sul podio più alto, Martina Caironi, Assunta Legnante, Arjola Dedaj, Federica Maspero, Monica Contrafatto.
Gli atleti sono : Alvise De Vidi, Roberto La Barbera, Emanuele Di Marino, Simone Manigrasso, Andrea Lanfri, Giuseppe Campoccio, Riccardo Bagaini.
Nomi altisonanti, noti a tutti coloro che amano l'atletica paralimpica, il cui direttore tecnico è Vincenzo Duminuco.

atletica paralimpica
Martina Caironi, fa parte delle Fiamme Gialle, gareggia nei 100 metri e nel salto in lungo, categoria T42.
Assunta Legnante, Anthropos Civitanova, getto del peso, categoria F11.
Arjola Dedaj, Fiamme Azzurre, salto in lungo, categoria T11.
Federica Maspero, Omero Runners Bergamo, 400 metri, categoria T43.
Monica Contrafatto, Paralimpico Difesa, 100 metri, categoria T42.

Alvise De Vidi , Fiamme Azzurre, 100 e 400 metri,  categoria T51.
Roberto La Barbera, Pegaso, salto in lungo categoria T44, staffetta 4 x 100 T42 -47.
Emanuele Di Marino, Fiamme Azzurre, 200 e 400 metri T44, staffetta 4 x 100 T42-47.
Simone Manigrasso, H2 Dynamic Handysports Lombardia, 200 e 400 metri T44, staffetta 4 x 100 T42-47.
Andrea Lanfri, Atletica Virtus Cassa di risparmio Lucca, 100 e 200 metri T43.
Giuseppe Campoccio, Paralimpico Difesa, getto del peso e lancio del disco F33.
Riccardo Bagaini, Sempione 82, staffetta 4 x 100 categoria T42-47.

In bocca al lupo !!!!

Inizio ore 20,40 del 14 luglio, il calendario delle gare (salvo cambiamenti) è il seguente :


sabato 10 giugno 2017

App Oso, Ogni Sport Oltre

Lo sport deve essere un' opportunità per tutti, per poter esprimere se stessi, le proprie potenzialità ed è meraviglioso poterlo fare assieme agli altri, senza barriere mentali e senza ostacoli.
Quanti di noi, negli ultimi anni, si sono appassionati alle Paralimpiadi, grazie alla Rai che ci ha permesso di seguirle.
Abbiamo conosciuto atleti straordinari sia per le loro capacità agonistiche sia per la loro voglia  di rivincita verso una vita non troppo benevola nei loro confronti.
E abbiamo tifato, emozionandoci infinitamente.
Sono diventati i nostri beniamini !
app oso

Sono numerose le  persone disabili che vorrebbero intraprendere una disciplina sportiva, a tal proposito Fondazione Vodafone ha pensato di realizzare un'app per supportare questo desiderio.
Si chiama OSO, Ogni Sport Oltre, è suddivisa in varie sezioni:
- news
- approfondimenti
- storie
- geolocalizzazione delle strutture accessibili
- tipi di disabilità
- condivisione proprie esperienze
- ricerca professionisti e tecnici sportivi
- progetti sportivi delle Associazioni
- mercatino nuovo ed usato perscambio ed acquisto di ausili sportivi.
Lo scopo è di avvicinare le persone disabili allo sport,tenendo presente che la forza dello sport è oltre le barriere.
L'app OSO è per Android ed IOs .
La si può trovare su  ognisportoltre.it

sabato 25 marzo 2017

AUDIOLIBRI CENTRO SERNAGIOTTO, ultimi titoli richiesti

 " Il mio corpo sulla terra, il mio spirito nelle nuvole, e tutti e due dentro un libro " ( Robert Sabatier)

I libri sono panacea per lo spirito, sono compagni di avventura, e dovrebbero essere accessibili a tutti.
A tal proposito è stato creato il Centro Sernagiotto del Libro Parlato,  che dal 1983 si occupa di offrire diversi servizi a coloro che non possono accedere alla lettura in modo tradizionale.
Nascono così gli audiolibri, attualmente sono disponibili circa 10601 titoli, che possono essere scaricati dal sito www.uici.it, sezione libro parlato online.
audiolibri

Gli ultimi titoli richiesti sono i seguenti :

 1. L'altro capo del filo
CAMILLERI, Andrea


2. La ragazza del treno
HAWKINS, Paula
3. La ragazza di fronte
OGGERO, Margherita
4. Una famiglia quasi perfetta
SHEMILT, Jane
5. L'amica geniale
FERRANTE, Elena
6. Serenata senza nome
de GIOVANNI, Maurizio
7. L'amante giapponese
ALLENDE, Isabel
8. La ferocia
LAGIOIA, Nicola
9. Dieci e lode
CASATI MODIGNANI, Sveva
10. Anime di vetro
de GIOVANNI, Maurizio

Cliccando sul titolo, oltre ad avere informazioni sul testo, è possibile scaricarlo.
Dal 1996 il Centro internazionale del Libro Parlato Adriano Sernagiotto è diventato un'associazione onlus, sul cui sito è possibile scoprire tutti i servizi utili.
Oltre ad aiutare nella scelta di un audiolibro, il Centro consente agli studenti non vedenti di potersi laureare.

sabato 3 dicembre 2016

La Bellezza Accessibile, il Pontormo e Felice Tagliaferri

 La conoscenza è la chiave del sapere.

Il 4 dicembre a La Spezia, in occasione della Giornata Internazionale delle persone disabili, ci sarà l'inaugurazione del nuovo percorso tattile presso il  Museo Civico Amedeo Lia.
Nella sala 7 ci sono ritratti del 500 e l'autoritratto del pittore Pontormo,simbolo del museo,accanto al quale è posto un bassorilievo realizzato da Felice Tagliaferri, noto scultore non vedente, autore anche del Cristo rivelato, e da Michele Monfroni.
La didascalia che descrive l'opera è in braille ed è stata realizzata dal Museo Tattile Statale Omero.
Felice Tagliaferri ,dopo essersi fatto descrivere l'opera originale, e poichè il cappello e cappotto sono di lana, ha messo del materiale più granuloso, al posto di baffi e barba invece ha messo tante linee vicine.
bellezza accessibile

Il viso è liscio per riprodurre la sensazione della pelle.
Al piano terra c'è un laboratorio tattile in cui si possono toccare i materiali usati per le tecnniche artistiche espressione del Museo.
L'arredamento è stato realizzato dai ragazzi disabili del laboratorio di falegnameria Diversamente mobili di La Spezia.
Il fotografo Davide Marcesini ha realizzato istantanee che ritraggono il lavoro quotidiano di questi ragazzi.
Verrà presentato anche il progetto "Apriamo gli occhi"per sensibilizzare i più piccoli relativamente alle condizioni di vita dei loro coetanei disabili visivi che vivono nei Paesi più poveri.
Ed infine la CBM presenterà  il giornalino Occhiolino  che racconta  la disabilità ai bambini, in modo tale da coinvolgerli e sensibilizzarli su temi fondamentali come l'inclusione, la solidarietà, la conoscenza.