Cerca nel blog

martedì 18 novembre 2014

' QUELLO CHE NON HO MAI DETTO - IO, IL MIO AUTISMO E CIO' IN CUI CREDO' DI FEDERICO DE ROSA

Ha 20 anni, un sorriso disarmante e gli occhi che 'parlano', una famiglia che lo circonda d'amore,è autistico, si chiama Federico De Rosa.

Quello che non ho mai detto-Io, il mio autismo e ciò in cui credo
Ha scritto un libro dal titolo " Quello che  non ho mai detto- Io, il mio autismo e ciò in cui credo", un'autobiografia che ha uno scopo ben preciso, quello di aiutare le numerose persone autistiche affinchè possano essere comprese da chi le circonda, come spiega Federico: " il mio intento è di costruire un ponte attraverso il quale la vostra società neurotipica possa comprendere meglio e quindi integrare le persone autistiche".
E per società nuerotipica intende i non autistici inquietatamente complicati e non sempre accoglienti, coloro i quali considerano la comunicazione e lo stare in compagnia come attività normali.
L'autismo comporta mancanza di comunicazione con il mondo esterno, ma Federico ha trovato la porticina giusta e l'ha aperta: la tastiera di un computer tramite cui comunica le sue idee, le sue emozioni, i suoi desideri.
I suoi scritti sono così profondi che il padre gli suggerisce di scrivere un libro.
Inizia a dicembre del 2013 e finisce ad aprile 2014, ogni giorno pensa a cosa scrivere, mentalmente costruisce i testi e poi trasferisce il tutto battendo con l'indice di una mano sulla tastiera del suo computer.

Un mondo fatto di paure, idiosincrasie e sogni
Il suo percorso è stato positivo perchè ha avuto una famiglia unita che lo ha supportato, ne ha compreso i silenzi, anche a scuola è stato tra i migliori infatti ha superato il liceo scientifico con ottimi voti e ha tanti amici con cui chattare.
libro autismo di federico de rosaFederico spiega che il suo mondo è fatto di paure che riguardano possibili cambiamenti nella sua quotidianetà, di idiosincrasie come verso alcune parole e poi ci sono i desideri, le speranze ,i sogni come quello di una giornata di sole in cui i miei sentimenti e i miei pensieri si sciolgono in una sorgente di parole per tutti i miei amici, che bello deve essere poter parlare".
E poi l'amore  che  si nutre di una sintonia interiore che cresce nel silenzio,da condividere con una ragazza di pochissime parole.

Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento.Grazie !!!!