Cerca nel blog

lunedì 27 aprile 2015

29 APRILE, GIORNATA INTERNAZIONALE DANZA

"Le emozioni avvolgono anima e corpo,diventano un tutt'uno.
Un unico corpo che danza sulle note del cuore" (G.L.).

Il 29 aprile si celebra la Giornata internazionale della danza, promossa dall' Unesco, precisamente dall'International Dance Courcil.
Istituita  nel 1982,  la data 29 aprile è stata scelta in quanto è quella della nascita di Jean George Noverre, grande coreografo e creatore del ballo moderno.
Durante questa giornata, ogni città organizzerà i soui eventi che si svolgeranno al chiuso e all'aperto.
Ballare è un istinto naturale, ogni corpo ha una sua energia e la esprime come se si mettesse in contatto con l'Universo.
E' un momento di gioia, di emozioni, di sentimenti.
E' un momento in  cui si è tutti uguali, l'energia dei corpi si unisce in un amalgama di sensazioni, e i limiti si trasformano in vantaggi.
E' così che nasce la danzaterapia, un metodo usato da molti anche per la riabilitazione delle persone con disabilità sensoriali, con disagio psico-fisico, un aiuto per il loro recupero.
Un esempio di quanto sia utile la danza come terapia ce lo fornisce la grandissima e bravissima Simona Atzori, la farfalla senza ali che volteggia con leggiadria sul palcoscenico, trasmettendo la  sua gioia, la sua energia, il suo messaggio di speranza.
giornata internazionale danza

E poi come non ricordare Maria Rux, ballerina argentina, che ha dedicato la sua vita alla danza intesa come terapia, una pioniera in questo settore.
 Il suo danzare è poesia del corpo e dell'anima, unisce tutti, abili e non, li eleva, annullando ogni differenza.
A Firenze, nel 1989, assieme a Lidia Bertelli, ha fondato il Centro toscano che porta il suo nome.
Sulla sua vita è stata prodotto un film dal titolo "Dancing whit Maria", che verrà proiettato in alcune sale cinematografiche proprio in questa giornata.

sabato 18 aprile 2015

SOFT HAND, LA MANO ARTIFICIALE

Avere un arto amputato implica indubbiamente problematiche a livello quotidiano, sociale, lavorativo.
In genere si usano protesi che però non aiutano a svolgere neanche azioni semplici.
Nasce così l'esigenza di poter usufruire di un ausilio migliore, che possa consentire gesti "normali", ed è  per questo motivo che è stata progettata Soft hand, la mano artificiale che riproduce i movimenti naturali.
E' in materiale plastico, molto flessibile pocihè contiene pochissime componenti metalliche.
E' facilmente indossabile.
Il controllo dei movimenti avviene attraverso due sensori,che riescono a captare i segnali provenienti dai muscoli.
Soft hand è in fase sperimentale presso il Centro Inail di Vigordo di Budrio, la sua produzione e commercializzazione avverrà grazie all'Istituto Italiano di Tecnologia nel 2017.

soft handE' stata provata da Marco Zambelli, amputato da circa 45 anni, è riuscito ad aprire una bottiglia di acqua, a spalmare il burro sul pane, ad usare il trapano ed altro ancora.
In futuro potrà essere ulteriormente potenziata con altre azioni tattili.
Lo scopo di questa mano artificiale è quello di aiutare il reinserimento sociale e lavorativo delle persone amputate.



giovedì 9 aprile 2015

SERVIZIO COMUNICA@ENS PER LE PERSONE NON UDENTI

E' stato inaugurato in Toscana il servizio gratuito Comunica@Ens, che consente alle persone non udenti di poter ordinare una pizza oppure un posto a teatro  ed ancora prenotare una visita medica.
E' promosso da Ente Nazionale Sordi (ENS)  e da Esculapio.
Si può utilizzare inviando un sms al numero 320 20 43 207, a cui risponderanno gli operatori di Easy Contact, oppure tramite la chat presente sul sito www.comunicaens.it ,o con una email  a toscana@comunicaens.it, oppure tramite fax al numero 055 2278278, o con una telefonata al  numero 055 033 0261,  a cui risponderanno gli operatori che tradurranno il linguaggio delle persone non udenti al destinatario.
comunica@ensInoltre, tramite questo servizio, è possibile contattare istituzioni o familiari o amici con cui conversare.

Il servizio Comunica@Ens è attivo anche in Piemonte e in Abruzzo, per maggori informazioni basta andare sul sito omonimo.



Potrebbe interessare anche:

LA FAMIGLIA BELIER, UN FILM CHE FA RIFLETTERE 

SPORTELLO VOCE, PRATICHE INPS IN LIS

APP SOS SORDI