Cerca nel blog

mercoledì 19 agosto 2015

CAMPIONATO IRIDATO DI QUAD, IL TEAM GARPEZ

Dal 20 al 23 agosto a Pont de Vaux (Francia) si svolgerà la 29a edizione del Campionato iridato di quad, a cui parteciperà il nostro Team Garpez, unica squadra di piloti disabili presente, che è stata fondata da Andrea De Beni.
Il quad è un mezzo che consente alle persone che vivono in sedia a rotelle di avere una totale autonomia, infatti possono salirvi e scendere senza alcun bisogno di aiuto.
Il nostro Team Garpez è composto da 5 piloti, di cui uno con  protesi alla gamba e i rimanenti 4 in sedia a rotelle.
Sono già stati protagonisti della scorsa edizione con ottimi piazzamenti, specialmente considerando il fatto che gli altri partecipanti erano tutti non disabili, adesso vogliono migliorare e sognare.
Ed ecco chi sono i nostri magnifici cinque:
- Andrea De Beni, ha una protesi a causa di un'ipoplasia femorale, è anche un giocatore di basket integrato.
- Rossano Valenti, paraplegico, è pilota di auto da corsa, go-kart, velivoli ultraleggeri a motore, è socio della famosa scuola di volo "Baroni rotti".
Ama sciare,  gioca a pallamano in carrozzina.
- Riccardo Previde Massara, paraplegico, ama le moto da strada.
- Efrem Morelli, paraplegico, è nuotatore paralimpico,  ex pilota professionista di motocross, ex atleta di canottaggio.
- Stefano Cordola, paraplegico, è un ex pilota, gioca a tennis in carrozzina.


team garpezIl Team Garpez si occupa anche di fornire informazioni alle persone disabili che vogliano praticare il quad, relativamente alle norme per  guidare questi quadricicli, quali siano le patenti speciali e come conseguirle, come adattare il veicolo secondo le normative specifiche, dove  effettuare test gratuiti in pista.



domenica 16 agosto 2015

CENTRO INTERNAZIONALE LIBRO PARLATO, GLI AUDIOLIBRI


"Ho scoperto prestissimo che i migliori compagni di viaggio sono i libri: parlano quando si ha bisogno, tacciono quando si vuole silenzio.
Fanno compagnia senza essere invadenti,danno moltissimo senza chiedere nulla" (Da Un indovino mi disse di Tiziano Terzani).

Una frase che racchiude il significato dell'importanza della lettura,  che dovrebbe essere accessibile a tutti e ciò è possibile grazie alle numerose iniziative create ad hoc per le diverse tipologie di disabilità,come ad esempio quella del Centro Internazionale Libro Parlato.

Il Centro Internazionale Libro Parlato Adriano Sernagiotto onlus è stato realizzato nel 1983 a Feltre, lo scopo è quello di consentire ai non vedenti di poter usufruire del piacere di ascoltare un libro.
Dal 1996 il Centro è diventato un'associazione, offre numerosi servizi rivolti a tutti coloro che non possono accedere alla lettura in modo tradizionale, come ipovedenti,  dislessici,  distrofici,  anziani e  malati  terminali.
Gli audiolibri disponibili sono numerosi, in questo mio breve articolo ne citerò alcuni, ricordando che è possibile scaricarli, se si è iscritti al sito www.uiciechi.it, cliccando su libro parlato online.

Frammenti di infinito (Paola Villarelli) , numero di catalogo 86683
Pierrot amico mio (Queneau Raymond), numero di catalogo 85808
I diamanti sono per sempre (Fleming Ian), numero di catalogo 85992
I due volti di gennaio (Highsmith Patricia), numero di catalogo  85998
Spingendo la notte più in là (Mario Calabresi), numero di catalogo79098
Elisir d'amore (Schmitt Eric-Emmanuel), numero di catalogo 86003
Dall'eremo alla stalla (Laura Fenelli), numero di catalogo 83235
-  Diario di un viaggio (Virginia Woolf), numero di  catalogo 84650
Il resto della settimana (Maurizio De Giovanni), numero catalogo 86469
La piramide di fango (Andrea Camilleri), numero catalogo 20572
La bambina che salvava i libri (Markus Zusak), numero catalogo 18120
Bianca come il latte,rossa come il sangue (Alessandro D'Avenia), numero catalogo 17573
-  La regola dell'equilibrio (Gianrico Carofiglio), numero catalogo 20951

Audiolibri dei libri finalisti al Premio Campiello (53a edizione):
 -  L'ultimo arrivato (Marco Balzano), numero catalogo 86702
Senti le rane (Paolo Colagrande), numero catalogo 86703
La mappa (Vittorio Giacopini), numero catalogo 86699
Cade la terra (Carmen Pellegrino), numero catalogo 86700
centro libro parlato-  Il tempo migliore della nostra vita (Antonio   Scurati), numero catalogo 86701.


lunedì 3 agosto 2015

SPECIAL OLYMPICS LOS ANGELES 2015, UNA LEZIONE DI VITA

Si sono conclusi ieri gli Special Olympics Los Angeles 2015, un evento che ha visto protagonisti  i ragazzi del nostro Team con un bottino finale di ben 85 medaglie,  25 d'oro, 29 d'argento, 31 di bronzo.
La carica dei 101 è stata vincente, ognuno di loro avrà comunque la sua medaglia, perchè come recita il loro motto " Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze ",  è ciò  che hanno fatto tutti indistintamente,con la voglia e la determinazione  di non arrendersi mai di fronte agli ostacoli.
Ci hanno fatto emozionare, entusiasmare, il loro sorriso ci ha riscaldato l'anima.
E mentre ieri si abbassava il sipario con una cerimonia di chiusura che ha visto numerosi artisti avvincendarsi sul palco, i nostri giovani atleti si sono scambiati le magliette, si sono stretti la mano,si sono abbracciati, perchè questo è lo sport, un mix di amicizia, di solidarietà, di divertimento, di entusiasmo, di agonismo positivo.

Una lezione di vita che non dimenticheremo mai, se fosse così anche nelle competizioni non special, tutto sarebbe più bello, lo sport ritroverebbe la sua credibilità,
special olympics 2015i ragazzi imparerebbero cosa significhi il rispetto per gli altri e per la maglia che indossano.
Eventi come questo, in cui lo sport è unificato, dovrebbero avere una maggiore visibilità,  si imparebbe anche che la cosiddetta  diversità è quella della nostra mente, della visione del mondo secondo uno schema atavico.
Complimenti di vero cuore, aspettiamo con trepidazione il prossimo evento.


Potrebbe interessare anche:

SPECIAL OLYMPICS ESTIVI LOS ANGELES 2015