Cerca nel blog

venerdì 25 marzo 2016

UN GIORNO PER LA NOSTRA CITTA', LO SPORT UNIFICATO

 " Lo sport ha il potere di cambiare il mondo.
   Ha il potere di ispirare.
  Ha il potere di unire le  persone in un modo che poche altre cose fanno.
  Parla ai giovani in una lingua che comprendono.
  Lo sport può portare una luce dove una volta c'era solo il buio". (Nelson Mandela)

Il 26 marzo e il 2 aprile durante l'intervallo delle partite di serie B ci sarà l'evento " Un giorno per la nostra città", che vedrà scendere in campo 80 atleti special olympics assieme ai giocatori della serie cadetta.
E saranno presenti anche i giocatori della Nazionale di calcio a 7 unificato, che hanno vinto la medaglia d'oro ai Giochi Mondiali di Los Angeles 2015,  Fabio Fà e  Marco Arturo Dessì.
Lo scopo di questo evento è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica, di far conoscere queste meravigliose realtà , perchè lo sport  deve unire, fortificare, insegnare il rispetto, valorizzare le capacità, può e deve abbattere le barriere mentali spesso insormontabili, eliminando così pregiudizi, perchè le differenze, le cosiddette diversità devono essere viste come risorsa in quanto sono tali.
sport unificato

giovedì 24 marzo 2016

Percorso tattile Museo Sindone Torino

Nel 1936 a Torino è stato realizzato il Museo della Sindone ad opera della Confraternita del Santo Sudario.
La Sindone è un lenzuolo di lino a spina di pesce contenente la doppia immagine della testa del cadavere di un uomo, morto dopo una serie di torture e poi crocefisso.
Secondo la tradizione si tratta del lenzuolo, citato nei Vangeli, che venne usato per avvolgere il corpo di Gesù nel sepolcro.
Il Museo ha due sezioni allestite nella cripta del Santissimo Sudario, una a carattere scientifico, l'altra storica.
Nella prima ci sono documenti, immagini 3D,  foto di pollini al microscopio, tessuti e tanto altro ancora, tutto ciò è il risultato di esperimenti  fatti per spiegare la presenza dell'immagine sul telo.
Nella seconda sezione ci sono la cassetta in cui si trovava la Sindone quando fu portata a Torino nel 1578, la teca cinquecentesca che l'ha custodita fino al 1998, e poi incisioni, opere, volumi risalenti al periodo che va dal 500 all' 800.
Nella sala multimediale è possibile visionare un filmato che introduce al percorso su citato, e immagini retro-illuminate che raccontano la storia della Sindone tramite fotografie.
Grazie alla collaborazione con l'UICI (Unione Italiana Ciechi Ipovedenti) di Torino è stato realizzato un percorso tattile, in cui i visitatori possono toccare tabelle tattili, un bassorilievo, oggetti che consentono l'esplorazione con le mani, elementi che tutti insieme consentono di conoscere la storia della Sindone.
museo sindone torino accessibile

Sono disponibili audioguide che forniscono informazioni utili per comprendere meglio ciò che sarà presente durante il percorso.
Dal Comitato per l'Ostensione e dall'Associazione Piemontese Retinopatici ed Ipovedenti è stato realizzato un grande modello tattile del lenzuolo, su supporto in alluminio, rappresentante la parte anteriore della Sindone.
Infine vorrei segnalare il libro dal titolo "Toccare la Sindone", stampato in serigrafia con inchiostro trasparente a rilievo, di cui è disponibile anche l'audiocassetta, è un testo molto utile per comprendere nel migliore dei modi il percorso di visita al museo e per conoscere la Sindone.

martedì 22 marzo 2016

Giornata Mondiale Autismo, libro "L'autistico e il piccione viaggiatore"

Ci avviciniamo alla Giornata Mondiale per la consapevolezza sull'autismo che si celebra come ogni anno il 2 aprile e a tal proposito segnalo il libro "L'autistico ed il piccione viaggiatore" di Rodaan Al Galidi, tra i vincitori del Premio Europeo per la letteratura 2011.
E' la storia di Geert, un ragazzo autistico che riesce a superare le difficoltà quotidiane costruendo-ricostruendo la sua identità.
La sua passione è quella di smontare le cose per poi rimontare i componenti in modo da realizzare nuovi oggetti.
La madre lavora in una bottega dell'usato e Geert si diletta nel suo hobby proprio in questo luogo, diventando sempre più abile.
Un giorno arriva uno Stradivari e al ragazzo affascinato dallo strumento viene in mente di costruire violini, partendo dal legno dei divani vecchi presenti in bottega.
Geert è assolutamente convinto che da quel legno, che ha accompagnato tante persone nel loro sonno, possano uscire le note molto più facilmente che usando altro materiale.
E riesce brillantemente nel suo scopo.
Inzia così la sua ascesa e diventa famoso dappertutto.
In questo periodo si occupa anche di un piccione, che spesso vola via per poi ritornare da lui.
l'autistico e il piccione viaggiatoreIl piccione viaggiatore che vola in alto per poi planare sulle cose, così come Geert che ha spiccato il volo conquistando un ruolo importante nella società, planando verso un nuovo ordine delle cose, partendo dallo scomporre le sue azioni e manie, tipiche di un ragazzo autistico, per poi ricomporle in una normalità quasi incredibile.

mercoledì 16 marzo 2016

IL TORTELLANTE, PROGETTO PER RAGAZZI AUTISTICI

Fare la pasta in casa è un mestiere antico che una volta si tramandava di generazione in generazione.
Adesso, forse perchè manca il tempo o la voglia, le persone preferiscono comprarla fresca o confezionata.
Le nostre nonne e mamme (almeno per quanto riguarda la mia generazione) sono state vere e proprie maestre di arte culinaria,  con la loro proverbiale manualità ed attenzione ad ogni minimo particolare.
E' stato ampiamente dimostrato come il lavoro che prevede attenzione, praticità ed anche un tocco di fantasia sia  terapeutico per coloro che hanno problematiche come l' autismo.
Ed allora alcune associazioni hanno pensato di dar loro l'opportunità di mettersi in gioco.
A Modena l'Associazione Aut Aut ha realizzato un progetto intitolato il " Tortellante ", a cui partecipano ragazzi autistici.
Per meglio operare il lavoro è stato suddiviso in 3 settori:
- preparazione della sfoglia, che prevede l'uso di taglieri, di macchine per tirare la sfoglia, e un taglia pasta;
- confezione tortellini, c'è un tavolo da lavoro e sedie;
- seccatura dei prodotti, ci sono vassoi seccapasta e ventilatori.
tortellante

I ragazzi sono molto motivati e attenti all'esecuzione delle varie fasi, anche perchè a supervisionare le varie fasi della lavorazione dei tortellini, ci sono loro , le nonne, che garantiscono che tutto proceda nel migliore dei modi, nel rispetto della tradizione insegnando ai giovani tutti i trucchi del mestiere,come solo loro sanno fare.

IL BIRRIFICIO SOCIALE VECCHIA ORSA A "FA LA COSA GIUSTA"

La Cooperativa sociale Fattoriabilità si trova a San Giovanni Persiceto (Bologna) è molto nota per il birrificio artigianale che ha realizzato e che si chiama Vecchia Orsa, in cui lavorano 7 persone , 3 con problematiche sociali.
Produce birre, ognuna delle quali ha un nome e una storia.
L'ultima realizzata si chiama Rye Charles, Rye significa segale, ma è anche un omaggio al famoso cantante Ray Charles, i luppoli provengono proprio dalla zona in cui è nato.
E' una birra dal colore bruno torrefatto, la sua schiuma è color nocciola, per produrla sono stati ulizzati anche caffè e orzo tostati, farina di carrube, liquerizia, melone bianco, chinotto, grado alcolico 6,9 %.
Oltre questa birra i ragazzi di Vecchia Orsa ne hanno realizzate altre 9:
Ideale, birra bianca contenente scorza d'arianca, coriandolo e pesca;
Incipit, dorata dal sapore di banana;
Biolca, birra biologica dorata con schiuma fine;
Aurora, chiara contenente luppoli dalle note fruttate;
Utopia, color oro brillante contenente spezie;
Nativa, color ambra contenente luppoli inglesi;
Fabula, ambrata dal gusto forte e fruttato;
Rajah, ambrata contenente ananas,mango, litchi;
Tenebra, bruno scuro con schiuma color nocciola e liquerizia.
vecchia orsa

Queste 10 birre parteciperanno a"Fa la cosa giusta", fiera del consumo e degli stili di vita sostenibili, che si svolgerà dal 18 al 20 marzo presso i padiglioni di Fieramilanocity, organizzata da Torre di Mezzo.
I visitatori potranno gustare anche altri prodotti realizzati da cooperative ed associazioni in cui lavorano persone con disabilità.

venerdì 11 marzo 2016

TURISMO ACCESSIBILE : LONELY PLANET E TRAVEL ABILITY

Per poter viaggiare in sicurezza e senza sorprese, come spesso accade alle persone disabili, è stata realizzata una guida online che si chiama Lonely Planet in cui è possibile scoprire quali siano le mete accessibili da poter visitare.
Ci sono tutte leinformazioni dettagliate sui servizi previsti in ogni singola città;
ad esempio a Barcellona ci sono tour operator specializzati in visite guidate per persone con disabilità che includono non solo la città, ma anche di poter fare un  giro in mongolfiera oppure immersioni subacquee.
La guida è scaricabile gratuitamente dal sito www.lonelyplanet.it.

lonely planet
In Toscana è stato realizzzato un servizio che si chiama Travel ability- il tour operator delle persone disabili.
Offre assistenza socio-sanitaria e turistica alle persone con difficoltà come anziani, disabili, in dialisi o che devono fare fisioterapia.
Infatti per tutta la durata  delle vacanze saranno seguiti da personale qualificato relativamente all'assistenza turistica.
Le persone che devono sottoporsi periodicamente a terapie o esami diagnostici potranno farlo anche in vacanza.
L'utente che vuol usufruire di questo servizio deve inviare un'email 45 giorni prima della partenza, il  team di Travely ability lo contatterà per avere maggiori informazioni in modo tale che il viaggiatore possa avere lo stesso tipo di assistenza che avrebbe a casa sua.
travel ability


lunedì 7 marzo 2016

VELANTARIATO, CORSO DI VELA GRATUITO

A Napoli è stata realizzata un'iniziativa alquanto interessante che riguarda la vela, si chiama " Velantariato", rivolta a persone di età compresa tra i 14 e i 35 anni.
Si tratta di corsi gratuiti su imbarcazioni come Dream e Singole 2,4 mR (classe olimpica) con lo scopo di far imparare la vela e l'assistenza a persone disabili interessate a questo sport.
Infatti la metodologia riguarda la conoscenza delle disabilità, l'accoglienza, l'interazione con le persone disabili, l' imparare ad aiutare in modo concreto un atleta disabile durante una gara sportiva.
Velantariato è organizzato dalla Presidenza  del Consiglio dei Ministri, dal Dipartimento della gioventù e del Servizio civile nazionale assieme all'Associazione Peepul sport onlus.
Il corso si articola in 60 ore per quanto riguarda la teoria, e 30 ore di tirocinio.
E' gratuito e si svolge nei mesi di marzo ed aprile 2016.
velantariato

Lo sport è molto importante  per trovare un giusto equilibrio tra corpo e mente, è un momento di svago, di socializzazione.
Inoltre è anche un punto di partenza per conoscere le proprie abilità in questo settore, e laddove c'è passione, capacità di sacrificio, volontà, tenacia, i risultati possono essere positivi.
Per avere maggiori info su Velentariato si può telefonare al 335 697 3981, oppure visitare il sito www.peepul.it.




 

giovedì 3 marzo 2016

PERCORSO TATTILE POLO MUSEALE FIORENTINO

Al Polo Museale Fiorentino è stato realizzato nel 2009 il percorso tattile "Uffizi da toccare", grazie alla sezione didattica e alla direzione della galleria degli Uffizi - dipartimento antichità classica.
I visitatori con disabilità visive riceveranno alla biglietteria un paio di guanti monouso, come quelli usati dai restauratori di opere d'arte, con cui potranno toccare le sculture, apprezzandone le caratteristiche, scoprendo i "pieni" e i "vuoti" , comprendendone le forme.
Ogni opera ha leggii con didascalie in italiano e in inglese e la grafica è accessibile ai visitatori non vedenti ed ipovedenti poichè è in braille stampato su foglio trasparente..
Il supporto che sorregge la didascalia è messo in evidenza tramite un'apposita segnaletica che ne facilita l'identificazione.
I varchi dei vetri hanno una sequenza in bianco  e nero, quindi sono segnalatori utili per le persone disabili visive.
Le opere sono collocate nei tre corridoi della Galleria e nella sala del Cavallo.
In quest'ultima, grazie alla Stamperia Regione Toscana, è posta una mappa in braille che riporta l'esatta ubicazione delle opere che si trovano lungo il percorso tattile degli Uffizi.
Le visite sono gratuite e  guidate, meglio se prenotate sul sito www.polomusealefirenze.it.

Le opere da "toccare", poste lungo il percorso tattile, sono le seguenti :
- nell'anterecetto c'è il sarcofago con trionfo di Bacco
- nelle sale 10-14 la nascita di Venere del Botticelli
- primo corridoio Domizia e Elio Cesare
- secondo corridoio Amorino dormiente in marmo nero; Omero pseudo antico; Lupa in porfido
- terzo corridoio Carcalla
- ricetto e sala Ermafrodito Ara funeraria;  Amorino dormiente ; Sarcofago con ratto delle Lucippidi;   Centauro; ermafordito
polo museale firenze- sala del Cavallo ritratto di Cicerone; ritratto di anziano velato capite; ritratto di Augusto; Ara dei Vico magistri; busto con testa di ignoto; ritratto di Domizia; frammento di scultura con testa di Mitra;   ritratto di Antonino Pio; ritratto femminile su  busto moderno; Marco Aurelio fanciullo; busto di Commodo; ritratto di giovane; Ara di Telegennio.